Orologi Festina, come fare per togliere e cambiare la batteria?

Orologi Festina, come fare per togliere e cambiare la batteria?

Festina è un brand di orologi molto famoso, nato in Svizzera nell’ormai lontano 1902, ma che a partire dalla Seconda Guerra Mondiale è di proprietà di un’impresa spagnola, la Festina Lotus, con sede a Barcellona. Il marchio che rientra tra le 100 aziende del lusso più grandi al mondo, è molto conosciuto anche per la sua forte presenza nelle gare di ciclismo, dove si è imposto come cronotachigrafo ufficiale non soltanto per quanto riguarda il Tour de France, ma anche nel Tour de Suisse e per quanto riguarda il Tour de Romandie. Se possiedi un orologio Festina, magari questa lunga lista sui Migliori Orologi Festina Top 10, potrebbe interessarti sapere come cambiare la batteria in modo autonomo, senza dover ricorrere all’orologiaio ogni volta che si scarica. Scopri come farlo seguendo i consigli passo a passo che sono stati raccolti in questo articolo.

Preparare il piano di lavoro per cambiare la batteria di un orologio Festina

Come tutti gli orologi azionati mediante una batteria, anche quelli prodotti in Giappone dalla Festina arrivano, prima o poi, a necessitare degli accorgimenti, non soltanto per quanto riguarda la manutenzione, ma anche rispetto alla sostituzione della batteria. Dal momento che le componenti con le quali si deve avere a che fare, trattandosi di un orologio meccanico, sono piuttosto piccole, per iniziare a lavorarci su è bene partire dalla scelta del posto in cui si va a eseguire l’operazione. È molto importante che questo sia tranquillo e privo di disordine, per due motivi principali. Se da una parte questa scelta può assicurare la possibilità di lavorare in modo rilassato e concentrato, che è il mood ideale quando ci si cimenta nei lavori manuali di alta precisione, dall’altro lato è bene considerare l’importanza fondamentale dell’ordine. Lavorando su un piano di lavoro come un tavolo vuoto, piatto e ben illuminato, si hanno vantaggi sia per quanto riguarda la reperibilità delle componenti più piccole dell’orologio, sia rispetto alla possibilità di evitare che elementi ad esso alieni possano rischiare di graffiarlo.

Gli strumenti necessari per sostituire la batteria di un orologio Festina

Ci sono alcuni strumenti che risultano imprescindibili, quando ci si prepara per aprire la cassa di un orologio e lavorarci su. Che sia per il cambio della batteria, oppure per la sua manutenzione regolare, è sempre bene munirsi di questi tre oggetti:

  • Un panno pulito, come un asciugamano o anche, più semplicemente, la salvietta scamosciata che viene comunemente data in abbinamento a un paio di occhiali, che permette di lavorare sull’orologio evitando che il quadrante, posizionato a faccia in giù, possa rigarsi o rovinarsi;
  • Un cacciavite a testa piatta di dimensioni ottiche, ovvero molto piccolo, come quelli impiegati per la manutenzione degli occhiali, per l’appunto;
  • Un piccolo contenitore di plastica o di vetro, in cui raccogliere tutte le parti piccole dell’orologio per evitare che possano cadere dal piano di lavoro, incluse le viti e le batterie, sia la nuova che, successivamente, quella sostituita.

Come togliere e sostituire la batteria di un orologio Festina

Per iniziare, bisogna rimuovere la cover posteriore del quadrante, svitando le piccole viti eventuali oppure, se il fondello non è avvitato ma solamente incastrato, facendo leva in modo delicato nella piccola insenatura posizionata lungo il bordo del fondello stesso. Dopo di che, occorre procedere con la rimozione dell’anello nero, ovvero la guarnizione, posizionata intorno al fondello posteriore. Una volta individuato il vano della batteria, che è tonda e piatta, occorre rimuoverla prestando attenzione alla possibile presenza della clip, che è un pezzetto di metallo che risulta utile per mantenere la pila nella posizione designata. Spostata o svitata la clip, mettendola da parte nel piccolo contenitore preparato in precedenza, si procede con l’estrazione e la sostituzione della batteria. Ripetendo i passaggi precedenti nel senso contrario, avendo cura di fissare in modo saldo sia il fondello, sia le viti eventualmente presenti, qualsiasi orologio Festina torna a funzionare a pieno regime, dando il meglio di sè fino a che la pila non sarà nuovamente scarica.